SCUOLA – Manovra 2023, scure sugli emendamenti: moltissimi dichiarati inammissibili, tra quelli segnalati che resistono ci sono i salva scuole e organico aggiuntivo chiesti da Anief e Udir

SCUOLA – Manovra 2023, scure sugli emendamenti: moltissimi dichiarati inammissibili, tra quelli segnalati che resistono ci sono i salva scuole e organico aggiuntivo chiesti da Anief e Udir

La scure utilizzata dalla Commissione Bilancio di Montecitorio sulla Legge di Bilancio 2023 ha lasciato in vita pochi emendamenti: il rifiuto riguarda il merito delle richieste di modifica alla manovra e si aggiunge all’inammissibilità che già subito dopo la loro presentazione aveva portato all’esclusione di circa mille emendamenti su 3mila complessivi. Anche per quanto riguarda l’Istruzione, per la quale Anief ha prodotto 40 emendamenti, sono moltissimi quelli dichiarati inammissibili: tra i pochi segnalati, che comunque devono sempre superare il vaglio pre-Aula previsto da mercoledì prossimo, figurano gli emendamenti salva scuole (99.17) e il salva organico aggiuntivo (100.25) chiesti dai sindacati Anief e Udir.

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, spiega che “tra gli emendamenti raccomandati da Anief nella memoria presentata in V Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, c’è il il 99.17 che assegna un dirigente scolastico e un DSGA alle scuole autonome con 500 e 300 alunni rispetto ai 900 e 1000 alunni del testo presentato. A questo, si aggiunge l’emendamento 100.25 che proroga l’organico aggiuntivo di personale docente e Ata anche per il corrente anno scolastico, a partire dal mese di gennaio 2023. Permettere alle scuole di mantenere l’indipendenza senza con numeri equi e fornire loro almeno 40mila docenti e Ata aggiuntivi, come nell’ultimo biennio, sono due condizioni fondamentali per garantire funzionalità ed efficienza al sistema Istruzione. A questo punto – conclude Pacifico – cresce l’attesa per le eventuali modifiche del Governo, su cui non potrà non pesare l’incontro tenuto dalla delegazione Anief lo scorso martedì, 6 dicembre, con l’Ufficio di Gabinetto del ministero dell’Istruzione”.

IL TESTO DEGLI EMENDAMENTI SEGNALATI

Apportare le seguenti modificazioni:

  1. a) Al comma 1, capoverso 5-quater, primo periodo, aggiungere, in fine, le parole: fermo restando che il numero minimo di alunni necessario per l’assegnazione di dirigenti scolastici con incarico a tempo indeterminato alle istituzioni scolastiche autonome è pari a 500 unità, ovvero fino a 300 unità per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche;
  2. b) Al capoverso 5-quinquies, sopprimere le parole da: non inferiore a 900 fino a: 1.000, e e le parole da: Al fine di garantire fino alle parole: compensazione interregionale;
  3. c) Al capoverso 5-sexies, sopprimere il primo e secondo periodo;
  4. d) Al comma 2, sostituire le parole: I risparmi con le seguenti: Gli eventuali risparmi.

Conseguentemente, il Fondo di cui al successivo articolo 152, comma 3, è ridotto di 6 milioni di euro per l’anno 2024; 21 milioni per il 2025; 33 milioni per il 2026; 46 milioni per il 2027; 54 milioni per il 2028; 63 milioni per il 2029; 73 milioni per il 2030 e 89 milioni dal 2031.

99.17. Lupi, Bicchielli, Cavo, Cesa, Alessandro Colucci, Pisano, Romano, Semenzato, Tirelli.

 

Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

2-bis. Il termine degli incarichi temporanei, attivati ai sensi dell’articolo 231-bis, comma 1, lettera b), del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, del personale docente e amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA), di supporto e promozione alla piena ripresa delle attività didattiche e per la personalizzazione dei percorsi di apprendimento degli alunni, può essere prorogato al 30 giugno 2023, nel limite di spesa 390 milioni di euro per l’anno 2023.

Conseguentemente, all’articolo 152, comma 3, sostituire le parole: 400 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2023 con le seguenti: 10 milioni di euro per l’anno 2023 e 400 milioni di euro a decorrere dall’anno 2024.

100.25. Amato, Caso, Orrico, Cherchi, Torto, Dell’Olio, Carmina, Donno.

TUTTI GLI EMENDAMENTI ANIEF ALLA LEGGE DI BILANCIO

Il giovane sindacato ricorda che ha presentato 40 emendamenti al ddl sulla Legge di Bilancio 2023. Sono state chieste modifiche su diversi temi: il reclutamento dei precari, l’organico aggiuntivo Pnrr, la mobilità del personale bloccata da vincoli e quote, gli organici di sostegno precarizzati, i nodi sui titoli esteri, l’allargamento delle graduatorie di merito e del concorso straordinario bis, la valorizzazione dei Dsga e degli Ata, anche con buoni pasto e carta per la formazione annuale, il riscatto dei contributi gratuiti, la formazione, l’indennità di vacanza contrattuale, i lavori gravosi, la definizione in contrattazione del merito, l’insegnamento dell’educazione fisica da allargare per il bene dei nostri alunni.

Di seguito, le 40 le proposte di modifica elaborate dall’Ufficio legislativo Anief e illustrate al ministero dell’Istruzione e del Merito:

Superamento del divieto di Comando, Distacco e Utilizzo presso altra amministrazione del personale scolastico

Quota 96 per il personale dei comparti Istruzione e Ricerca

Quota 98 per il personale dei comparti Istruzione e Ricerca

Quota 100 per il personale dei comparti Istruzione e Ricerca

Riscatto gratuito anni di formazione

Normativa precedente al calcolo contributivo per il personale di Istruzione e Ricerca

Equiparazione del personale scolastico alle forze armate per trattamento pensionistico

Interruzione e recupero del Trattamento di fine rapporto dei dipendenti pubblici TFR

Incentivi al trattenimento in servizio dei lavoratori

Carattere gravoso personale docente di ogni grado per la pensione

Opzione donna

Contenzioso per il personale dirigente e docente scolastico

Tutela istruzione

Indennità di vacanza contrattuale

Organici di sostegno

Fondo periferie inclusive

Agevolazioni per l’acquisto di alimentari di prima necessità

Organizzazione della rete scolastica sedi normo-dimensionate

Mantenimento sedi normo dimensionate

Fondo contrattazione

Definizione in contrattazione delle misure sul merito del personale docente

Organico aggiuntivo PNRR

Valorizzazione ATA e DSGA

Valorizzazione DSGA/1

Valorizzazione DSGA/2

Buoni pasto e carta docenti personale ATA

Attivazione posti in organico profilo C personale ATA, corso di formazione mobilità professionale graduatorie e indizione nuove procedure

Assegnazione assistenti tecnici rete scolastica

Mobilità personale scolastico

Mobilità dirigenti scolastici

Fase transitoria reclutamento personale docente precario

Validità delle graduatorie di merito dei concorsi ordinari

Integrazione graduatorie concorso straordinario bis

Validità del titolo estero nella stipula dei contratti

Estensione card docenti a personale a tempo determinato amministrativo ed educativo

Revisione organici

Insegnamento motoria alla primaria

Misure in materia di AFAM

Assunzione ricercatori

Risorse per enti di Ricerca non vigilati