La bozza sulle Utilizzazioni e le Assegnazioni Provvisorie consegnata ai sindacati martedì 16 conferma quanto noi avevamo scritto la scorsa settimana.

I docenti neo immessi in ruolo 22/23, così come hanno potuto presentare domanda di trasferimento per il 23/24 (si attende a giorni la pubblicazione dei movimenti) così potranno presentare tra giugno e luglio la domanda di utilizzazione e di assegnazione provvisoria provinciale ed interprovinciale sia che abbiano ottenuto il trasferimento sia che non lo abbiano ottenuto secondo le disposizioni previste dal CCNI.

I vincoli cominceranno a decorrere solo dalle immissioni in ruolo 23/24 ai sensi del DL sulla P.A. I neo immessi in ruolo 23/24 non potranno presentare domanda di trasferimento nei tre anni successivi all’immissione in ruolo a meno che essi risultino soprannumerari nella scuola ottenuta all’atto della stipula del contratto a tempo indeterminato.

Potranno invece presentare per il 24/25 domanda di Assegnazione Provvisoria ma solo provinciale non interprovinciale stando alla lettera dell’ art.5 del D.L P.A.

Restano esclusi dalle utilizzazioni e dalle assegnazioni Provvisorie 23/24 i docenti avviati nel 22/23 ad un iter di immissione in ruolo con la stipula di un contratto a tempo determinato al 31.8. 2023.
Si tratta dei docenti assunti quest’anno da GPS su posto di sostegno ovvero assunti dalla graduatoria del concorso straordinario bis che non possono presentare istanza di utilizzazione e assegnazione provvisoria in quanto alla scadenza della domanda si trovano nella condizione giuridica di supplenti.

I sindacati chiedono per il 23/24 come lo scorso anno l’ ultrattività del contratto precedente, che non prevede vincoli, con possibilità per tutti di presentare la domanda (compresi i docenti che hanno un contratto a tempo determinato da GPS I fascia e concorso straordinario bis finalizzato all’immissione in ruolo assimilandoli ai docenti ex Fit per i quali il contratto precedente del 2019 aveva previsto la possibilità in coda di presentare domanda di assegnazione provvisoria.

Vedremo quale sarà la risposta dell’amministrazione. Ovviamente la normativa che supera il referente unico sarà estesa anche alla mobilità annuale.

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.