“Non posso che esprimere tutta la mia soddisfazione per le dichiarazioni espresse oggi dal Ministro Valditara che ha anticipato di aver avviato le verifiche necessarie per realizzare quest’anno un ingente piano di assunzioni, in attesa di poter avviare le procedure di reclutamento PNRR. A tal proposito già lo scorso febbraio avevo presentato un disegno di legge per dare una risposta definitiva al problema del precariato, risolvendo il nodo cruciale del reclutamento nella scuola. Nello specifico la proposta prevede, l’assunzione dei docenti che sono iscritti nella prima e nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze, per i posti comuni o di sostegno, o negli appositi elenchi aggiuntivi di sostegno; appositi corsi universitari annuali di abilitazione e specializzazione riservati ai docenti inseriti nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze.” Lo dichiara la Senatrice Ella Bucalo di Fratelli d’Italia, membro della commissione Cultura del senato e responsabile della Scuola di Fratelli d’Italia.

Autore

2 pensiero su “Scuola, Bucalo (FdI): Risolvere il nodo cruciale del reclutamento, il mio disegno di legge è la risposta definitiva”
  1. Che questo governo è i responsabili dei partiti del C. DX. SI STANNO PRODIGANDO PER PORTARE A COMPIMENTO LE PROMESSE FATTE DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE È CHIARO E PROFICUO QUANTO IL SOLE. UN COMPLIMENTO VA INDIRIZZATO ALLA SEN BUCALO. PER L’ASSIDUO IMPEGNO.
    MI AUGURO CHE GLI IDONEI AL CONCORSO STRAORDINARIO BIS E ORDINARIO NON VENGANO SCAVALCATTI O DIMENTICAT.
    OGGI È UNA BELLA GIORNATA PER I DOCENTI.

  2. Se ci fosse la reale volontà di risolvere il problema del precariato la soluzione c’è, è sotto gli occhi di tutti. Il personale docente selezionato tramite concorsi ordinari, ossia gli idonei sono pronti e “occupabili”. State cercando tutte le soluzioni possibili ma scartate a monte la più ovvia, la più semplice, la più legale. Nella pubblica amministrazione si entra tramite concorso, noi lo abbiamo fatto….. assumeteci!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.