Anief: definite le risorse secondo l’Atto d’indirizzo integrativo, presto si completerà la parte economica e si passerà a quella normativa

Il nuovo Atto di indirizzo integrativo del comparto Scuola, Università e Ricerca, comprensivo dei 300 milioni di euro aggiuntivi concordati a novembre con i sindacati, dovrebbe spianare la strada per completare la parte economica del Ccnl 2019-2021: lo si è appreso oggi durante l’incontro delle organizzazioni sindacali all’Aran. “La volontà a chiudere deve essere reciproca – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché se sulla parte economica possiamo solo contrattare sulla destinazione, su quella normativa ci aspettiamo di ricevere risposte positive su formazione per il personale in orario di servizio, maggiore flessibilità nei recuperi del lavoro svolto e indennità stipendiali”.

 

Le risorse aggiuntive riguardano 100 milioni una tantum per il 2022, così distribuiti: 85,8 milioni per i docenti e 14,2 milioni per il personale ATA. Per il 2023, a regime, ci sono 227 milioni per le competenze fisse della retribuzione. La legge prevede che le risorse siano destinati ai docenti, tuttavia, secondo l’Atto indirizzo possono essere destinate genericamente al personale scolastico, quindi si potranno assegnare anche agli Ata, ma questo si rimette al tavolo della contrattazione.

 

Marcello Pacifico, leader Anief, ritiene che “a seguito delle scelte che faremo oggi potremo ottenere la valorizzazione dei profili professionali, per i Dsga che non sono mai stai pagati come direttori, per pagare le posizioni economiche del personale Ata, per ristorare i docenti delle spese per il servizio reso lontano dalla loro residenza, per prevedere una specifica indennità di trasferta, di burnout e di incarico per i precari a cui possiamo anche ad esempio cominciare a pagare i permessi non retribuiti, per finanziare il congedo delle donne vittime di violenza. Sono soltanto alcune delle proposte che potrebbero essere finalmente approvate nel contratto. La continuità della didattica, infatti, si ottiene se si decide di incentivare il personale che lavora lontano della sua residenza per sopperire la costo della vita, con un’indennità di sede o di trasferta”.

 

L’Aran nel corso delle trattative ha anche detto che sta portando avanti delle verifiche con il ministero dell’Economia per eventuale estensione della retribuzione ai permessi personali anche ai precari. Il sindacato ha fatto anche osservare che ancora oggi nel Ccnl manca l’estensione al personale docente dei permessi orari per visite mediche come disposto per gli Ata nel contratto 2018. Negli incontri che seguiranno, calendarizzati nei prossimi giorni, l’Anief ribadirà la necessità di inserire il Glo tra le attività funzionali all’insegnamento e di stralciare la parte relativa alle sanzioni disciplinari per i docenti, di rivedere i vincoli nella mobilità, i profili professionali del personale Ata ma anche del personale di Enti di ricerca e Università, dove permane la discriminazione dei tecnologi e dell’Afam.

 

 

 

PER APPROFONDIMENTI:

 

Carta docente anche ai precari, quarta sentenza a Vercelli: una docente recupera 2mila euro

 

Sempre più sentenze favorevoli per il sindacato Anief, Pacifico: “Per noi è importante tutelare i diritti dei ricorrenti”

 

Card docente 500 euro ai precari, pure il giudice di Marsala è d’accordo

 

ISTRUZIONE – In Italia crollano i ricorsi al giudice, Scuola in controtendenza: ogni settimana il Ministero dell’Istruzione deve risarcire docenti e Ata di 150mila euro medi. Pacifico (Anief): leggi troppo vessatorie

 

Più di 100 mila euro di risarcimenti in 5 giorni: Anief si conferma vincente su scatti di anzianità, riconoscimento supplenze ai fini della carriera, salario accessorio e carta del docente anche ai precari, pagamento di mesi estivi e ferie non godute

 

Anief inarrestabile in tribunale: a Cuneo risarcito un docente con 27.567 euro, nella settimana pre-natalizia recuperati 150 mila euro

 

Migliaia di supplenti senza stipendio da settembre, il sindacato Anief chiede emissioni speciali prima di Natale: in caso contrario scatterebbero diffida e messa in mora

 

Precariato, il 2022 anno dei risarcimenti da parte dei Tribunali del Lavoro: 9 milioni di euro restituiti al personale per mancata adesione alle norme UE, 9 mila euro la somma media assegnata ad ognuno

 

Da domani al 30 dicembre tra i 1.350 e i 3.000 euro lordi di arretrati a un milione e mezzo di docenti e Ata. Pacifico (Anief): il Mef ce l’ha assicurato, siamo invece costretti a diffidare il ministero

 

Abilitazioni all’estero, c’è il via libera condizionato del Consiglio di Stato. Anief: adesso Valditara proceda alla revisione dell’Ordinanza su contratti e immissioni in ruolo

 

Nel 2023 l’Anief per la prima volta farà contrattazione. Il presidente Pacifico: i nostri delegati cambieranno i contratti d’Istituto, di Ateneo ed Ente di ricerca, di Accademia e Conservatorio

 

Stipendi docenti e Ata stritolati dall’inflazione, il Governo copra almeno l’indennità di vacanza contrattuale

 

Personale Ata, la proposta di revisione normativa dell’Aran non segue l’atto di indirizzo del Ministero: Anief chiede risposte risolutive su ordinamento e valorizzazione professionale a partire dai Dsga

 

Contratto, il rinnovo della parte normativa è un bluff. Pacifico (Anief): ai nuovi profili non corrispondono gratificazioni economiche, noi a questo gioco non ci stiamo e continuiamo a lottare

 

Stipendi, per i medici in arrivo 585 euro di aumento e 25 mila euro di arretrati: Anief denuncia un trattamento troppo diverso per docenti e Ata

 

Rinnovo contratto, da martedì 24 gennaio tre giorni di incontri all’Aran su norme da cambiare: tanti nodi da sciogliere, Anief chiederà di cancellare norme vecchie mezzo secolo e di inserirne nuove

 

Docenti e Ata fuori sede senza indennità di trasferta, pranzo e pernottamento. Anief chiede risorse al Governo per inserirle nel contratto, ce l’hanno anche i metalmeccanici

 

Stipendi insufficienti per fare il docente e Ata lontano da casa, Anief incalza: serve l’indennità di trasferta

 

Valditara vuole stipendi diversi in base al caro vita, Pacifico (Anief) ricorda che l’aumento dell’8,4% dell’inflazione nel 2022 ha riguardato tutti i docenti e Ata, a chi lavora lontano dal domicilio

 

Stipendi, a docenti e Ata mancano 300 euro al mese: Anief chiede anche l’indennità di trasferta che corrisponde fino a 81 euro al giorno

 

Dispersione alunni altissima a Catania, Anief chiede interventi urgenti

 

Dispersione alunni da capogiro, 4 milioni hanno lasciato gli studi anzitempo: il Rapporto Inapp mette il dito nella piaga. Anief: stop dimensionamento, agire su orientamento e organici

 

Stipendi per otto mesi ancora più “magri” del solito, Anief non ci sta e chiede il recupero del 2013 più l’applicazione dell’indennità di vacanza contrattuale adeguata all’inflazione: pronte le diffide

 

Rinnovo norme contrattuali, la prossima settimana riprende la trattativa: Anief non arretra su formazione in orario di servizio, recuperi, indennità stipendi, meno incombenze e burocrazia

 

Il ministro per la PA Zangrillo apre agli aumenti di reddito, Anief: basta con le buone intenzioni, il sindacato avvia una campagna per ottenere l’indennità di vacanza contrattuale e recuperare fino a 150 euro al mese più almeno mille euro di arretrati

 

Rinnovo del contratto, l’Aran ora vuole chiudere in fretta. Anief: attendiamo risposte su norme e stipendi: per gli aumenti non basta la riforma fiscale, servono soldi veri

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.