Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani ritiene importante intervenire sulle questioni inerenti alla Mobilità del personale docente 2023 /2024. Spesso i tavoli di confronto non tengono in considerazione i dati relativi ai trasferimenti interprovinciali degli ultimi anni. È necessario, prima di affrontare tale problematica, analizzare l’andamento dei movimenti dall’introduzione della Legge 107/2015. Attualmente la staticità di alcune classi di concorso, come la A046 – discipline giuridiche ed economiche, fa pensare a una realtà volutamente trascurata anche dalle parti sociali e dai precedenti Governi.

Non si comprende per quale ragione i docenti della A046 vengano continuamente mortificati con scelte politiche tese a sminuirne professionalità e funzionalità didattica.

Non sono stati utilizzati al meglio con il personale di potenziamento; inoltre laddove siano presenti affiancano i colleghi nei corsi per i quali non esista la disciplina di diritto nel coordinamento di Educazione civica. Non troviamo giusto e neanche efficace un simile orientamento.

L’Educazione civica va incrementata nella qualità dell’insegnamento e nell’organizzazione di spazi specifici per ottimizzare la trasmissione di conoscenze e competenze.

Soprattutto sia consentita una riflessione: è inspiegabile la “latitanza” del diritto, eventualmente sotto forma di curvature, indirizzi specifici, in istituti superiori per vocazione tesi al proseguimento degli studi con l’approdo universitario. Oggi nei licei (scientifico e classico) è difficile trovare il diritto.

In occasione dell’imminente mobilità si auspica maggiore attenzione per tali criticità, anche perché le soluzioni in merito non sono sicuramente impraticabili. Ricordiamo che docenti dell’A046 sono stati immessi in ruolo nella scuola secondaria di primo grado come organico di potenziamento e hanno dato prova di efficacia didattica non indifferente.

Il CNDDU chiede all’attuale compagine di Governo un’autentica rottura con il passato e una diversa configurazione di ruoli e competenze per la classe di concorso A046 per diffondere in modo più pervasivo i valori della cittadinanza responsabile e della legalità.

prof. Romano Pesavento

presidente CNDDU

Autore

Un pensiero su “Mobilità 2023 / 2024: maggiore attenzione sulla classe di concorso A046 – discipline giuridiche ed economiche”
  1. È incredibile come sia stato affidato l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole superiori considerandola come apprendimento trasversale in cui i docenti di tutte le discipline devono inventarsi attività per poter svolgere il monte ore dedicato piuttosto che dare stabilità ai docenti abilitati nella 046 che, prendo il mio caso, vertono sul sostegno per la paura di diventare perdenti posto o di avere cattedre orario sparpagliate tra varie scuole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.