“C’è stato finalmente l’auspicato confronto diretto del ministero dell’Istruzione con Bruxelles. Le risposte, trattandosi della richiesta di modifiche importanti rispetto a quanto previsto attualmente, richiederanno alcuni giorni per i necessari approfondimenti. Confidiamo sia comunque condiviso l’obiettivo di dare maggiore efficacia alle azioni legate al PNRR ampliando i margini di manovra del ministero, tenendo conto – ove possibile – del contributo di tutte le parti interessate: studenti, dirigenti scolastici, docenti di ruolo e precari, personale amministrativo, tecnico e ausiliario”. Così su Facebook il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega Mario Pittoni, già presidente della commissione Cultura al Senato.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.