SBC: attenzione con le attuali politiche di reclutamento si rischia di non trovare più insegnanti

SBC: attenzione con le attuali politiche di reclutamento si rischia di non trovare più insegnanti

Gennaio 20, 2023 0 Di Libero Tassella

Come ho detto ieri e ormai vado dicendoi da lungo tempo tra qualche anno gli insegnanti saranno introvabili e con perché occorre stabilizzare i precari tra i 30 e i 40 anni al fine di avere docenti per i prossimi trent’anni. Tra 10 anni 500.000 insegnanti andranno in pensione e malgrado la denatalità lo squilibrio tra domanda e offerta di farà sentire.

Tra poco saranno sempre meno i giovani che sceglieranno l’insegnamento.

Hanno reso questo lavoro ” inappetibile” , finita l’epoca dei missionari e del. lavoro confacente a una donna sia per i tempi di lavoro che si sono allungati sia per la nuova percezione che le donne hanno di sé stesse nel.lavoro e nel privato , tra qualche anno sarà difficile trovare insegnanti disposti a essere sottopagati, a essere sotto le grinfie e gli isterismi dei DS e a lavorare a km di distanza e soprattutto a trasferirsi dal Sud al Nord anche perché al Sud per il turn over si troverà lavoro, al Sud ci saranno più pensionamenti e aumenterà il tempo scuola.

Oggi poi i giovani si orientano verso altri lavori, ad esempio per la senescenza della popolazione italiana è più remunerativo fare il fisioterapista o l’infermiere che l’insegnante e chi si laurea sceglie altri settori lavorativi e i migliori se ne vanno all’estero, oggi nessuno poi pensa di fare sempre lo stesso lavoro per tutta la vita e figuriamoci 45 anni di insegnamento.

Ecco perché bisogna essere previgenti e assumere nonnposdiamo più permetterci di sottoscrivere ogni anno 200.000 contratti a tempo determinato e andare avanti così per anni.