Andrea Carlino: “È importante il dialogo tra stampa, genitori, studenti, docenti e dirigenti scolastici. Uniti si è più forti”

Andrea Carlino: “È importante il dialogo tra stampa, genitori, studenti, docenti e dirigenti scolastici. Uniti si è più forti”

Gennaio 10, 2023 0 Di Ilenia Giocondo

Andrea Carlino, autorevole firma del network Orizzonte Scuola, appassionato di politica scolastica, sin dai tempi del sindacato studentesco universitario, nel confronto con Diego Palma, direttore de La Voce della Scuola, analizza il sistema scolastico alla luce delle evoluzioni politiche e normative.

Ma quanto ci sosta la velocità del web, quando si tratta di fare informazione?

“Chi si occupa di giornalismo scolastico deve essere consapevole che si tratta di giornalismo specializzato su cui pende una forte responsabilità nei confronti dei lettori. Il giornalismo specializzato non è facile ed è necessario essere sempre al passo con le novità normative che riguardano la scuola, che devono essere ben interpretate per renderle comprensibili a chi legge. Il web ci ha indotto ad una tempestività obbligata. Ma bisogna tener presente che il lettore è più interessato all’informazione verificata e seria. Il rischio di essere frettolosi, rilasciando notizie non sufficientemente verificate, afferma Carlino, è di diventare poco affidabili.”

Tanti sono stati gli argomenti trattati nel “Botta e risposta” aperto a tutti gli interessati del mondo della scuola: Docenti, Ata, Personale scolastico e studenti. Poche, d’altro canto, le novità all’orizzonte, su cui Carlino dice: “La situazione scolastica di oggi non è semplice. I fondi sono stati stanziati ma al momento non c’è molto altro. L’emergenza socio economica è grave, si parla ogni giorno di accise, caro prezzi, inflazione. Per la scuola c’è poco.”

“Gli anni che abbiamo attraversato, conclude Andrea Carlino, sono stati terribili dal punto di vista della socialità. Ma il personale scolastico si è comportato in modo egregio. Negli anni a venire bisogna cambiare l’impostazione del sistema scolastico, affinché la figura professionale dell’insegnante sia maggiormente valorizzata. È importante il dialogo tra stampa, genitori, studenti, docenti e dirigenti scolastici. Uniti si è più forti.“