SBC: i vincoli nella mobilità li vuole la Commissione europea a Bruxelles

SBC: i vincoli nella mobilità li vuole la Commissione europea a Bruxelles

Gennaio 3, 2023 0 Di Libero Tassella

SBC porrebbe queste domande alla Commissione europea.

Conosce la Commissione la conformazione geografica dell’Italia? Basta consultare una cartina della nostra penisola.

Conosce la Commissione la conformazione orografica del nostro Paese.

Conosce la Commissione le infrastrutture: le strade provinciali e regionali, le autostrade, le ferrovie locali?

Conosce la Commissione cosa significa insegnare lontano dalla propria provincia o regione?

Conosce la Commissione il fenomeno diffuso in Italia dei poor worker tali sono diventati oggi i docenti siciliani o campani che lavorano a Milano o a Torino.

Conosce la Commissione il fenomeno del pendolarismo di docenti che sono lontano dalle loro famiglie anche 12 ore?
Conoscono le storie dei docenti che si alzano alle 4 del mattino e ritornano alle 8 di sera?

Conosce la Commissione l’età media dei docenti italiani, che pur se volessero non si potrebbero trasferire con la loro famiglia nelle città o paesi dove lavorano?

Conosce la Commissione che in Italia è quasi inesistente il welfare per scelte politiche dei partiti al governo negli anni passati?

Conosce la Commissione che in Italia la maggior parte degli insegnanti sono donne che sopperiscono al welfare e quindi oltre ad accudire la loro famiglia devono accudire anche i genitori anziani ?

Conoscono i membri della commissione che il DM 36 convertito in legge ( PNRR) ha previsto comunque l’assegnazione provvisoria provinciale che interrompe la continuità didattica e sono previsti anche altri istituti che l’ interrompono?

Conosce la Commissione europea che la materia della mobilità in Italia è stata contrattualizzata da svariati anni?

Si rende conto la Commisdione europea che solo avvicinando gli insegnanti alla loro residenza si può garantire la continuità didattica negli anni?

L’italiano presente in Commissione europea è Gentiloni ma non so se si sia mai occupato di queste bazzecole.