Nuovi tagli a istruzione e cultura mentre il governo propone il servizio militare

Nuovi tagli a istruzione e cultura mentre il governo propone il servizio militare

Il governo è intenzionato a tagliare il bonus cultura mentre si impegna a proporre nuovamente il servizio militare. “Ora basta! Vogliamo il reddito di formazione” afferma l’Unione degli Studenti. “Il governo Meloni è intenzionato a tagliare il bonus cultura di 500 euro per i giovani – dichiara Bianca Chiesa, coordinatrice dell’Unione degli Studenti – Una scelta avvenuta a seguito di una manovra che vede 70 milioni di euro per le scuole paritarie e un massiccio investimento sulle armi e un rinnovato interesse per la formazione tramite servizio militare. È inaccettabile che invece non ci sia spazio per la nostra formazione e la nostra cultura” “Il bonus cultura comunque presentava già delle criticità, in quanto misura concessa per un solo anno senza un piano sistemico di investimenti sull’accesso alla cultura – continua Alice Beccari, delle esecutivo nazionale dell’Unione degli Studenti – ma con un solo bonus di 500 euro, sicuramente non bastevole. La risposta però non può essere quella di ulteriori tagli. Vogliamo un reddito di formazione che garantisca il diritto allo studio e l’accesso alla cultura a tutti, che ci faccia superare l’insufficiente assistenzialismo e che permetta un reale piano di investimenti sull’istruzione.” “Non possiamo accettare che invece dei necessari investimenti sull’istruzione si pensi all’introduzione del servizio militare come metodo educativo – conclude Chiesa – Il ministro La Russa infatti propone crediti e incentivi per chi frequenta scuole e università. È inaccettabile che dopo le più di 80 piazze studentesche del 18 Novembre e tutte le proposte avanzate, il governo continui ad ignorarci andando sempre di più verso scuole ed università fatte di autoritarismo, merito ed umiliazione. Rivendichiamo una didattica che si svolga all’interno degli spazi scolastici, non escludente, capace di creare senso critico e quindi emancipazione per noi studenti”