“Nella giornata mondiale della disabilità ci preme ricordare che la scuola italiana non risponde con un corpo insegnante specializzato adeguato: i docenti di sostegno sono infatti 200mila, ma il 50% di loro sono precari e in gran parte non specializzati nella didattica speciale”: a dirlo è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief nella giornata che celebra i diritti delle persone con disabilità del mondo. “Se ci ritroviamo con così tanti docenti di sostegno che non garantiscono il diritto allo studio degli allievi più fragili e bisognosi di attenzioni la colpa è tutta di chi è fautore di un sistema di didattica speciale con una quantità industriale di posti in organico di fatto, meglio noti come posti in deroga. Queste cattedre vanno tutte ricondotte nell’organico di diritto, come vanno fatti specializzare tutti i docenti che esprimono la volontà di frequentare i tirocini formativi per il sostegno dei 300mila docenti disabili frequentanti le scuole italiane”, ha concluso il leader del giovane sindacato rappresentativo.

Il sindacato ricorda che anche quest’anno è attiva l’iniziativa Sostegno, non un’ora di meno!

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.