“È incredibile come a ridosso del voto tutti si convertano (a parole) a favore dei lavoratori della scuola, che sono tanti. Spazio allora a promesse mirabolanti (non tutte ovviamente, alcune meritano attenzione) espressione di sconcertante superficialità e soprattutto prive di visione generale, illudendo gli interessati su possibili scambi di favori di fatto fuori dalla realtà. Quasi sempre, infatti, tali proposte pongono in rotta di collisione le diverse categorie rendendo il tutto impraticabile. E qualche leone da tastiera della sinistra con chi se la prende? A volte proprio con me, che nel corso della legislatura non ho mai cambiato linea (assolutamente concreta e praticabile), osteggiato però dai loro partiti di riferimento. Come usa dire in questi casi, chi è causa del suo mal pianga sé stesso”. Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega e vicepresidente della commissione Cultura a Palazzo Madama.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.