“Finalmente una notizia positiva e di buon senso che trapela dal consiglio dei Ministri”. E’ quanto afferma all’Adnkronos il segretario generale della Uil Scuola, Giuseppe D’Aprile commentando la decisione del governo di non rimodulare l’orario scolastico e di assicurare le lezioni in presenza. “Come già dichiarato – ricorda D’Aprile – utilizzare la Dad per ridurre un giorno di lezione per risparmiare sul caro gas mi sembrava pura follia. La Dad – ribadisce – nasce come didattica emergenziale e tale dovrà rimanere. Sulla scuola non si risparmia, si investe”.
“Piuttosto – evidenzia il numero uno della Uil Scuola – si agisca con interventi utili e immediati per far in modo che la scuola, appena iniziata, possa ripartire nel migliore dei modi: vista la mancata conferma dell’organico Covid, soddisfare le richieste da parte degli Usr relative all’incremento dell’organico di fatto per docenti e Ata e rimediare urgentemente con il correggere gli errori presenti nelle Gps considerando che, anche quest’anno, ci ritroveremo con circa 200.000 supplenti e dinanzi al solito balletto dei docenti!”

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.