SCUOLA – Concorso straordinario bis, arrivano le prime convocazione per l’unica prova orale: Anief chiede l’inserimento nelle graduatorie di merito di tutti i partecipanti e l’utilizzo fino al loro esaurimento

SCUOLA – Concorso straordinario bis, arrivano le prime convocazione per l’unica prova orale: Anief chiede l’inserimento nelle graduatorie di merito di tutti i partecipanti e l’utilizzo fino al loro esaurimento

 4,386 total views

Sta per prendere inizio il concorso straordinario bis per la scuola secondaria previsto dall’articolo 59, comma 9-bis, del decreto legge n. 73/2021, convertito nella Legge n. 106/2021, composto da una sola prova orale dalla durata massima di mezz’ora e a seguire assunzione più abilitazione: secondo la stampa specializzata “alcuni candidati hanno già ricevuto la convocazione per la prova orale, in tanti altri casi sono state costituite le commissioni e si è proceduto all’estrazione della lettera da cui dare avvio alle selezioni”. Certo, con lo spostamento allo scorso 16 giugno del termine della presentazione delle domande, in alcune regioni, per alcune classi di concorso, non si farà in tempo ad assegnare i posti per il 2022/23: comunque, “potrebbero anche essere attribuiti successivamente, sicuramente prima del 1° settembre ma comunque anche in seguito”.

 

Il sindacato Anief sta seguendo con attenzione l’evolversi della situazione concorsuale: l’organizzazione autonoma chiede che sia garantito l’inserimento nelle graduatorie di merito di tutti i partecipanti e che le stesse siano utilizzate fino al loro esaurimento, non solo per i posti banditi. Solo così lo Stato potrà rimediare all’abuso di contratti a termine subìto dei partecipanti che, ricordiamo, sono stati ammessi alla procedura con almeno tre anni di servizio, limite massimo previsto dalla normativa comunitaria. Per questi motivi, Anief ha anche avviato le preadesioni gratuite e senza impegno al ricorso: il fine dell’azione legale è quello di ottenere l’utilizzo delle graduatorie di merito del concorso straordinario bis secondaria fino al loro  esaurimento, assieme alla pubblicazione di graduatorie di merito complete di tutti i candidati che vi parteciperanno.

 

Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, ricorda che “a fronte di 213 mila supplenze annuali sottoscritte nel 2021, di cui soltanto 45 mila per assenza temporanea di titolare, il bando prevede solo 14 mila vincitori, senza idonei, ma soprattutto soltanto per 115 classi di concorso della secondaria. Come già accaduto in passato, con procedure concorsuali simili, Anief ha deciso di rivolgersi in tribunale per aumentare il numero dei vincitori, sulla base degli effettivi numeri di posti liberi, L’unico motivo per cui si poteva accettare una soluzione del genere era quello del via libera a metà dei posti vacanti utilizzando le graduatorie dei precari, pure la seconda fascia Gps: invece, si continua a procedere come negli ultimi tre anni, quando – conclude Pacifico – più di 100 mila assunzioni a tempo indeterminato già autorizzate dal Mef sono andate perse”.

LA PROCEDURA CONCORSUALE

Il concorso straordinario bis 2022 si svolgerà attraverso un’unica prova orale di non oltre 30 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili previsti dalla normativa vigente; inoltre, durante il colloquio si valuterà la comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue, ad eccezione dei candidati per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 per la lingua inglese, mentre per le AB24, AB25 e B02 la prova è condotta nella lingua straniera oggetto di insegnamento. Le commissioni giudicatrici disporranno di 150 punti, di cui 100 per la prova disciplinare e 50 per i titoli: ogni graduatoria comprenderà un numero di candidati non superiore ai contingenti assegnati a ciascuna procedura

La timeline prevede 30 giorni di tempo per presentare la domanda su istanze online; formazione commissioni; convocazione candidati; svolgimento prova orale; incarico a tempo determinato per i vincitori dal 1° settembre 2022; formazione in collaborazione con le Università (40 ore, 5 CFU) + anno di prova e formazione nell’anno scolastico 2022/23; assunzione a tempo indeterminato dal 1° settembre 2023.

LA VERIFICA ORALE

La prova unica consisterà in una prova orale finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’Allegato A e valuta la padronanza delle discipline. La prova avrà una durata massima di 30 minuti: valuterà anche la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del QCER per le lingue ad eccezione dei candidati per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 per la lingua inglese. Per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 la prova sarà condotta nella lingua straniera oggetto di insegnamento. Tracce della prova orale: saranno predisposte da ciascuna commissione. Le commissioni le predisporranno in un numero pari a tre volte quello dei candidati calendarizzati nella singola sessione. Ciascun candidato estrarrà la traccia, su cui svolgere la prova, all’atto dell’effettuazione della prova medesima. Le tracce estratte non saranno utilizzabili per i successivi sorteggi. Per prepararsi al meglio al concorso, i candidati possono frequentare i corsi di Eurosofia.