Stanchi per l’ennesima assurda esclusione anche dalle “assegnazioni provvisorie” i docenti vincolati assunti da GPS, hanno protestato i docenti davanti agli uffici del Ministero dell’Istruzione in Via del Trastevere a Roma.

La proposta del Ministero del 16 giugno che prevede la proroga del contratto di mobilità del triennio 2019/2022, ci lascia completamente fuori. Come se non esistessimo. Come se 12.000 lavoratori con le loro famiglie non avessero più nessuna importanza, perdendo addirittura le poche deroghe che ci spettavano nel precedente contratto. Abbiamo raggiunto il limite e per questo non ci resta altra strada che quella di scendere in piazza.

 

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.