Fantò (PSI scuola, università e ricerca): “Noi socialisti da sempre cerchiamo di sostenere l’importanza di una scuola pubblica coesa ed efficace”

Fantò (PSI scuola, università e ricerca): “Noi socialisti da sempre cerchiamo di sostenere l’importanza di una scuola pubblica coesa ed efficace”

 84 total views

Altro che “comunità educante”, quanto accaduto nei giorni scorsi al “Liceo Fogazzaro” di Vicenza, dà esattamente la cifra di quanto scollata sia la comunità scolastica. Nel liceo vicentino, la Dirigente Scolastica si è sentita in dovere di intervenire sui ragazzi a proposito dell’abbigliamento in ambito scolastico. Come sia intervenuta non è dato precisamente sapere, le versioni non concordano, ma comunque la reazione dei ragazzi ha portato ad uno sciopero molto partecipato. Fortunatamente ora è giunto il momento dei chiarimenti. Tuttavia, al netto delle responsabilità, ciò che emerge è il totale scollamento tra le diverse parti che costituiscono il mondo della scuola.

E’ il risultato patente di trent’anni di pessime politiche per la scuola, trent’anni di riforme sbagliate, precariato, tagli, forse (data l’esiguità dei finanziamenti) anche sprechi.

Il Ministro Bianchi, all’inizio del mandato parlava di “comunità educante”, oggi, dopo oltre un anno di gestione di viale Trastevere, l’episodio vicentino dimostra come evidentemente si sia lavorato per fare altro. Il Decreto 36 su reclutamento e formazione ne è l’esempio: tagli, contorti percorsi di reclutamento, formazione imposta e mal pagata.

Chissà quando realmente si inizieranno a fare politiche in grado di semplificare e unire invece di puntare su divisioni e complesse pratiche burocratiche. Noi socialisti da sempre cerchiamo di sostenere l’importanza di una scuola pubblica coesa ed efficace. Speriamo di essere finalmente ascoltati, a cominciare dalle nostre proposte di modifiche al Decreto su reclutamento e formazione. Così, in una nota Luca Fantò, Referente nazionale PSI scuola, università e ricerca.