Scuola: “Pace (DEMA), “Abrogare alternanza scuola-lavoro”

Scuola: “Pace (DEMA), “Abrogare alternanza scuola-lavoro”

 141 total views

“Per quanto dovuta ad un tragico incidente stradale, la morte di Giuseppe, lo studente deceduto a 16 anni in un incidente ad Ancona mentre stava svolgendo uno stage aziendale, ci ricorda che in Italia la stessa legge espone a gravi rischi tanto gli studenti della scuola statale quanto quelli della formazione professionale regionale”. Lo dichiara in una nota Salvatore Pace, portavoce nazionale del movimento Dema, fondato e presieduto da Luigi de Magistris, chiedendo che si abroghi l’alternanza scuola-lavoro. “E’ bene ricordare – aggiunge Pace – che il 3 novembre del 2017 viene emanato dal Governo un atto in sé gravissimo, che viola lo stesso originario concetto di alternanza scuola lavoro e lo spirito delle direttive europee: si tratta del Decreto interministeriale 195, il Regolamento recante la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro, anche in ordine alla sicurezza dove è previsto che lo studente è immesso a pieno titolo nel ciclo produttivo, assimilato al lavoratore in materia di sicurezza e che sono previste tre tipologie di rischio: alto (morte compresa), medio e basso per cui l’Inail provvede ad assicurarli. “L’anomalia – prosegue Pace – è che non esiste alcuna tutela specifica della condizione giuridica della persona-studente o in formazione professionale che, a digiuno di tutto, dovrebbe invece essere necessariamente impiegata in mansioni che non esigano una preventiva esperienza di tipo tecnico o di progressiva acquisizione di consapevolezza sui pericoli concreti e le emergenze della mansione a cui si è destinati. In sostanza, non esiste alcun accorgimento che tenga legittimamente lontani gli studenti da lavorazioni o situazioni pericolose, anzi queste sono ampiamente previste dalla norma e questo non ha alcun senso né educativo e nemmeno di ‘buon senso'”.