Vannini, Segreteria Regionale Uil Scuola Rua Campania: “La scuola alla fine forse è quella buona, quella che deve resistere, ma capisce il Ministro quanto è difficile starci?”

Vannini, Segreteria Regionale Uil Scuola Rua Campania: “La scuola alla fine forse è quella buona, quella che deve resistere, ma capisce il Ministro quanto è difficile starci?”

 102 total views

All’Attenzione del personale della scuola
Sua Sede
All’Attenzione dell’opinione pubblica
Sua Sede
Napoli, 13 gennaio 2022


LA SCUOLA DEVE ESSERE L’ULTIMA A CHIUDERE?
Questa l’affermazione del Ministro Bianchi nella diretta del 12 gennaio u.s. Ricordando al Ministro che la UIL Scuola è stata sempre favorevole alla “didattica in presenza in sicurezza”, oggi, con l’andamento a crescita esponenziale dei contagi, non ha cambiato opinione, ma registra che la politica del Ministro è povera di risultati, ignora le situazioni locali, decidendo di non decidere. Solo a chiacchiere la scuola è prioritaria nella politica governativa!
Il personale della scuola TUTTO, al di là dei diktat del Ministro e, senza attendere le sue esortazioni da Generale sul campo di battaglia, si è comunque impegnato, pur nell’incertezza di una politica che non dà presidi di sicurezza e li lascia nel quotidiano dubbio amletico di decisioni, “chissà se oggi ho scelto bene?!”. E questo dubbio domina le coscienze e stressa l’emotività soprattutto dei dirigenti scolastici, ossessionati, oggi ancor più di ieri, dal conteggio dei contagi in crescita sia del personale che degli alunni, dalle mascherine, dal gel, dalle distanze, dagli intervalli in aula, dalle finestre sempre aperte (bene col caldo, ma oggi in pieno inverno…), dalla mancanza dei docenti e del personale ATA.

“La scuola alla fine forse è quella buona, quella che deve resistere, ma capisce il Ministro quanto è difficile starci?”. Personale scolastico e alunni si sentono mancare il terreno sotto i piedi. Attendono che finalmente il Ministro abbia la forza politica di pretendere che la scuola sia un’effettiva priorità per il Paese, realizzando tutto ciò che aveva promesso di fare e non ha fatto. A sconfessarlo che la percentuale degli alunni e del personale contagiati è “minima”
ci sono tutti i provvedimenti restrittivi, che, in queste ore, vengono adottati da Governatori e Sindaci, non solo della Campania. La Segreteria Regionale, Roberta Vannini