PSI scuola, università e ricerca: “All’apparir del vero…”

PSI scuola, università e ricerca: “All’apparir del vero…”

 39 total views

I Dirigenti Scolastici da ieri sembrano essersi resi conto delle difficoltà legate alla riapertura  delle scuole. Manca il personale, le aule non sono sicure, c’è il rischio che il coronavirus si diffonda, sarebbe necessario procrastinare l’inizio delle lezioni di due settimane per mettere in sicurezza il sistema.

Due settimane. Sono ormai due anni che noi socialisti chiediamo di portare a 15 il numero di alunni per aula, chiediamo di assumere personale scolastico, chiediamo di dotare tutte le scuole di impianti di aerazione e di fare in modo che i trasporti pubblici locali vengano resi più efficienti aumentando il numero degli automezzi e del personale di controllo.

Chiudere il recinto quando i buoi sono ormai fuggiti serve a poco. La scuola resta comunque, grazie all’impegno del personale scolastico tutto, uno dei luoghi più sicuri per i nostri ragazzi. Allora ripartano le lezioni e i Dirigenti Scolastici si uniscano a chi da tempo sostiene come il Governo, le Regioni e gli Enti locali investano rapidamente sulla scuola statale, se veramente vogliono modificare lo status quo. Così in una nota Enzo Maraio, Segretario nazionale PSI e Luca Fantò, Referente nazionale PSI scuola, università e ricerca