Scuola, Sasso: “Prudenza giusta, ma ministero salute fornisca dati”

Scuola, Sasso: “Prudenza giusta, ma ministero salute fornisca dati”

 81 total views

ASL IN AFFANNO SU MONITORAGGIO, SERVE PIÙ PERSONALE

«Ogni misura tesa a preservare la sicurezza dei lavoratori della scuola, degli studenti e delle loro famiglie è da accogliere con favore. I numeri della pandemia sono purtroppo in crescita ed è giusto adottare una linea di prudenza. Allo stesso tempo, però, ci aspettiamo che il ministero della Salute supporti la decisione di tornare alla didattica a distanza per una classe al primo caso di contagio fornendoci un dettagliato focus sui numeri che riguardano la scuola. I sistemi devono giustamente essere flessibili e seguire l’evoluzione dei contagi, ma gli italiani hanno il diritto di sapere che le regole cambiano sulla base di evidenze certe». Lo dichiara Rossano Sassosottosegretario del ministero dell’Istruzione. «Non c’è dubbio che il sistema di monitoraggio e tracciamento sia in affanno e in diversi territori del Paese le aziende sanitarie già prima non riuscivano a garantire prestazioni compatibili con le linee guida meno restrittive. C’è sicuramente un tema di rafforzamento delle strutture che andrebbe affrontato, anche perché il personale è da lungo tempo sottoposto a una pressione non indifferente. L’obiettivo deve essere quello di assicurare lezioni in presenza e in sicurezza, ma per farlo c’è bisogno di un adeguato spiegamento di uomini e mezzi. Dobbiamo fare il possibile – conclude Sasso – per garantire la continuità didattica ai nostri studenti».